Tamara de Lempicka

tt10.jpegt24.jpgt23.jpgt22.jpgt21.jpgt20.JPGt19.jpgt18.jpgt15.jpgTamara de Lempicka,
pittrice polacca appartenente alla corrente dell’Art Déco, nasce il 16 maggio del 1898 a Varsavia in una famiglia piuttosto ricca ed il suo vero nome è Tamara Rosalia GurwikLo stile personale della giovane pittrice è fortemente influenzato dall’ Art Déco, con evidenti riferimenti cubisti. Nel 1922 partecipa al Salon d’Automne ed in breve tempo diventa una pittrice molto apprezzata come ritrattista.Divenuta pittrice di successo, Tamara de Lempicka, negli anni Venti conosce molti scrittori e pittori, entrando in contatto con il clima culturale cubista e futurista. Incontra Marinetti, nel 1926 è ospite di Gabriele D’Annunzio al Vittoriale ed inizia ad esporre i suoi quadri in tutta Europa, soprattutto in Italia, Polonia e Francia.La pittrice ha già 74 anni quando la mostra antologica, organizzata presso la Galerie du Luxembourg, la riporta prepotentemente al successo. Questo successo trasforma Tamara de Lempicka da artista d’elitè in artista da culto popolare, apprezzata per la “modernità” e audacia, che tanto avevano scandalizzato negli anni ’20 e ’30. Ormai talmente ricca da potersi prendere un aereo dal Texas per andare al Ritz di Parigi solo per un tè, Tamara de Lempicka rimane in Europa, contesa dal bel mondo, fino al 1978 quando si rifugia in Messico a Cuevernaca in una bellissima villa in compagnia di un giovane amico e scultore gay Victor Contreras.Tamara de Lempicka muore nella sua casa a Cuernavaca, il 18 marzo 1980 e secondo le sue volontà testamentarie, le sue ceneri vengono sparse nel cratere del vulcano Popocatépetl, che lei vedeva all’orizzonte dal suo giardino.

t13.jpgt10.jpgt11.jpgt8.jpgt7.jpgt4.jpgt6.jpgt3.jpgt1.jpgt2.jpg

Tamara de Lempickaultima modifica: 2009-02-03T19:01:00+00:00da luigi238
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento